Carbonara “ova cotte”

Iniziamo con il dire che abbiamo una profonda venerazione per l’uovo.
Di conseguenza la carbonara per noi è sacra ma amiamo cambiare procedimento o accostamenti per trovare una versione che la renda sempre una nuova scoperta senza perdere il suo potere supremo.
L’unica cosa su cui non si transige è la sostituzione del guanciale (al massimo per fare una vera “porcata” vi facciamo passare l’aggiunta della salsiccia 🙆🏽‍♀️🙋🏻‍♂️😱).
Questa carbonara nasce pensando a chi è in dolce attesa, o quando non hai uova freschissime in frigo, o semplicemente per chi vuole evitare il rischio frittata.
Chi l’ha mangiata insieme a noi ha dichiarato che è miglio dell’originale.
Starà a voi giudicarla.
Ingredienti per due persone:

-Guanciale q.b
-50gr di pecorino
-50gr parmigiano
-3 tuorli sodi
-Pepe nero q.b
-Olio d’oliva q.b
-Acqua di cottura q.b
-230gr di Spaghetti di kamut
Come prima cosa mettete a bollire 3 uova per 8 minuti circa.
Appena sono pronte mettete da parte solo i tuorli.
Fate cuocere il guanciale con un filo d’olio fino a che non diventerà croccante (senza bruciarlo).
Grattugiate i due formaggi, uniteli e metteteli in un recipiente alto e stretto (adatto per il frullatore ad immersione), aggiungete un cucchiaio di grasso che ha rilasciato il guanciale, mezzo mestolo di acqua di cottura e frullate con modalità TURBO finché il composto non diventerà denso e cremoso.
Aggiungete acqua se il composto lo richiede e i 3 tuorli.
Continuate a frullare e aggiungete una generosa manciata di pepe.
L’unico segreto sarà trovare la giusta dose di acqua che richiederà il composto, il quale non deve essere né troppo denso nè troppo liquido.
Scolate la pasta, spadellate con la crema  una volta che avrete impiattato aggiungete il guanciale per mantenerlo croccante. Se siete stati generosi con le dosi ed avete parecchia “salsa alla carbonara” mettetela in un bricchetto (come in foto) e versatela all’ultimo: sarà qualcosa di veramente pazzesco e godurioso!!

 

Annunci

Parmigiana delle aspettative

La parmigiana è senza dubbio uno dei miei piatti preferiti fin da bambina. Uno di quei piatti che chiedevo per il giorno del mio compleanno. La parmigiana dei miei sogni è fritta con la base di fettine fritte. Se non l’avete mai mangiata non giudicate, è qualcosa di veramente illegale che ti fa dimenticare qualsiasi giornata nera. E solitamente il giorno del mio compleanno non è mai stato un granché. Purtroppo o per fortuna sono sempre stata una bambina con aspettative altissime e si sa, basta poco per deludere quelle di un bambino. Questa è la mia parmigiana con delle aspettative revisionate o meglio una parmigiana che puoi benissimo mangiare tutte le settimane con zero sensi di colpa, veloce da preparare e che non delude mai!

Ingredienti per due persone:

  • 1 melanzana Viola (media)
  • 1 mozzarella senza lattosio
  • 1 passata di pomodoro mutti q.b
  • Pangrattato q.b
  • Farina q.b
  • 1 uovo
  • Basilico a volontà
  • Crema di latte q.b
  • Parmigiano q.b

Preparatevi tutti gli ingredienti pronti all’uso. Tagliate la melanzana a fette di circa mezzo cm e lasciatele spurgare qualche minuto dopo averle salate. Con questo procedimento rilasceranno molta acqua e quindi verranno più croccanti. Tamponatele con della carta assorbente per togliere tutta l’acqua in eccesso e cominciate ad impanarle iniziando con farina, poi uovo quindi pangrattato. Distribuitele in una teglia precedentemente coperta con della carta da forno e spennellate un po’ d’olio evo su ogni melanzana. Ancora meglio se avete l’olio spray per distribuirlo meglio senza eccedere. Infornatele a 180 gradi per circa 15/20 minuti. Arrivati a questo punto rimane solo da comporre la vostra meravigliosa torre di melanzane. Una melanzana, un po’ di pomodoro (precedentemente condito con sale, olio e basilico), un po’ di mozzarella e una spolverata di parmigiano fino a che la vostra torre avrà equilibrio; finite con la mozzarella, il parmigiano e la crema di latte. Infornate di nuovo finché i formaggi non saranno fusi e leggermente gratinati. “Addobbate” a piacimento ( basilico, pomodorini confit, granella di pistacchi …..

La Sbrisolona light!


Con questa ricetta vi garantisco che avrete più briciole che sensi di colpa!
Niente burro e niente zucchero!
Miscelate prima le polveri e poi aggiungete l’uovo, l’olio e iniziate ad impastare!
Non preoccupatevi se l’impasto risulterà secco e poco compatto. Si devono formare delle vere e proprie briciole che andrete a ricompattare leggermente una volta che avrete versato il composto in teglia.
È possibile, talmente possibile che si prepara in pochissimo tempo e cuoce solo in 10 minuti con forno ventilato a 180 gradi!
Lasciate riposare per circa un’oretta e spalancate la bocca😉
Ingredienti:
150gr farina di kamut
1bustna di vanillina
30ml olio evo
70gr ciocc
45gr stevia
1 uovo

Tortino bananafit

Tortino bananafit

Quando copi la ricetta di un tortino fit a qualcuno che ha molti più follower di te (@canna92) e ti è piaciuto che fai, non lo riproponi con qualche piccola modifica?

Ingredienti:

1 uovo

L’albume di un altro uovo

35 gr di yogurt zymil

6 gocce di stevia liquida

20gr di choco dream di natural mojo o cacao amaro

1 banana

8 gr di olio di oliva o quello che preferite

1 cucchiaino di burro di arachidi per ogni tortino

1scacchetto di cioccolata (fondente per ogni tortino)

Ora prendete tutto (tranne il burro di arachidi e gli scacchi di cioccolata fondente) e frullate con il frullatore ad immersione finché il composto non diventerà bello denso e omogeneo.

Spennellate con l’olio lo stampino e “infarinate” successivamente lo stampino con il cacao amaro.

Versate fino a metà stampino il composto, prendete il cucchiaino con il burro di arachidi e lo scacchetto di cioccolato e metteteli al centro, dopodiché versate altro composto fino a coprire il ripieno.

Cuocere per 9/10 minuti forno ventilato a 180 gradi.

Ora scoprirete che anche le banane possono avere un cuore caldo 🍌❤

Seguite il procedimento su Instagram @salatinifood 🔜

I Passatelli rettangolari


In assenza del fidato schiacciapatate ci siamo inventati un modo per schiacciare la nostra meravigliosa e profumatissima pallina di impasto.
Accendete la fantasia e avrete lo stesso dei passatelli dal sapore esplosivo.
Dosi per 1 persona e mezza:
50gr di pangrattato nutrifree (o normale)
50 gr di parmigiano
1 uovo
1 pizzico di sale
Grattugiata abbondante di scorzetta di limone 🍋
Potete raddoppiare, triplicare o quadruplicare le dosi a seconda delle vostre esigenze o fame 😂
Dopo aver pesato gli ingredienti uniteli e iniziate ad impastare per circa 10 minuti finché il composto non diventerà liscio e compatto.
Schiacciate la pallina con l’attrezzo che avete a disposizione. Noi abbiamo utilizzato un cut manuale per tagliare le verdure.
Annegateli nel brodo bollente, girateli molto delicatamente e dopo circa 3 minuti il gioco è fatto.

 

Gnocchi che “spaccano”

La patata al cartoccio si trasforma in gnocchi che “spaccano”
Abbiamo provato a fare 
diverse volte gli gnocchi ma con dei risultati mediocri, troppo duri a causa dell’eccesso di farina per rendere l’impasto meno appiccicoso.
avendo sperimentato che l’acqua fosse il nemico numero uno dello gnocco ho pensato ad un metodo alternativo alla bollitura per cuocere le patate: la cottura al cartoccio.
Ingredienti necessari per 3/4 persone che mangiano poco😂 se no per 2:
700gr di patate non sbucciate
160gr di farina di kamut (è la nostra preferita mala bianca 00 sarà meno salutare ma sicuramente vi aiuterà nel risultato)
Sale quanto basta
Un tuorlo d’uovo
Quindi prendete delle patate senza sbucciarle se sono parecchio terrose, lavatele ed asciugatele bene con carta assorbente, prendete la carta alluminio e avvolgetele come da consuetudine per questo procedimento.
Cuoceranno per circa 45 minuti/un’ oretta a seconda della grandezza delle patate.
Affondate la forchetta nel cartoccio per assicurarvi che siano cotte.
Una volta cotte sbucciatele, con un po’ di sofferenza perché si sa, la patata è bollente 😂
Una volta sbucciate schiacciatele bene con una forchetta, aggiungete il sale e iniziate ad amalgamare piano piano la farina.
Quando non sarà più bollente potrete aggiungere il tuorlo ed il resto della farina.
L’impasto continuerà a risultare un po’ appiccicoso ma non “panicate” e non aggiungete farina.
Io l’ho fatto riposare 5/7 minuti per riprendermi dalla vista della sua consistenza e la paura di aver sbagliato di nuovo.
Poi sulla spianatoia di legno ho messo una manciata di farina ed iniziato delicatamente a fare i filoncini e lì finalmente mi sono gasata ed ho iniziato a tagliarli con il coltello senza manipolare la loro forma.
Li ho disposti su un vassoio con della carta assorbente con pazienza e in modo meticoloso ed ordinato.
Ce li siamo fatti bastare per una cena e per un pranzo ma se ci ripenso potremmo benissimo vivere solo di gnocchi per una settimana se non fosse per il tempo che richiedono.
Se avete aiutanti ancora meglio, arriverete al risultato più velocemente e con meno fatica❤
Per il condimento sughi al pomodoro saranno perfetti, perché tendono ad assorbire velocemente il sugo, ma anche con del formaggio fuso e delle verdurine croccanti hanno il loro perché😌
Prendete spunto dalle nostre due versioni💣

 

Muffin senza zucchero…a prova di sgarro!! ❤️

È un periodo che abbiamo sempre voglia di dolce dopo il salato.

Noi salatini, quando subiamo qualche scossone emotivo, ci rifugiamo in noi stessi e nel cibo.

Tuttavia vogliamo avere “a portata di alzatina” un dolce che sia anche salutare, quindi per quanto i pandistelle inzuppati nel ciobar potrebbero consolarci, ci lascerebbero solo nello sconforto più profondo perché sopraggiungerebbero i nostri odiati sensi di colpa una volta finita la scatola. (Andrebbe a finire proprio in questo modo)

Così abbiamo pensato a dei velocissimi e leggerissimi muffin per 4 stampini.

Munitevi di:

80gr di farina di kamut

1pizzico di sale

1 uovo

85gr di latte zymil

8 gr di burro senza lattosio o vegetale

1 cucchiaino di lievito per dolci pane angeli

80/60 gr di cioccolato fondente tagliato grossolano

35/40 gr di stevia in polvere a seconda di quanto volete dolci i vostri muffin

Mescolate le polveri in una ciotola tranne la stevia e i liquidi con la stevia.

Tagliate la cioccolata fondente a pezzetti e aggiungetela alle polveri, mescolate i liquidi (latte, burro sciolto e raffreddato e uovo) con la stevia.

Unite le due ciotole mescolando manualmente con una frusta.

Quando il composto sarà pronto versatelo nei vostri stampini precedentemente imburrati e infarinati o se preferite utilizzate degli stampini di carta come quelli che abbiamo usato noi (i quali non hanno bisogno di burro e farina).

Infornate a 180 gradi, forno statico per 15/20 minuti. Fate la prova dello stuzzicadenti.

Saranno pronti quando lo stuzzicadenti che immergerete nel muffin resterà asciutto e pulito.

Fateli riposare per un po’ e strafogatevi😍

Questo muffin vi conforterà senza sensi di colpa!!!

Non esitate a farci sapere come sono venuti e vi invitiamo a visitare la nostra pagina Instagram @salatinifood.